Capri, l’isola stella del Golfo di Napoli, è sicuramente una della mete turistiche più ambita.
In questo articolo ti illustreremo le 10 cose da non perdere a Capri. 

Cosa vedere a Capri

Marina Piccola e Marina Grande

Marina Grande è la località dove si sbarca quando si arriva a Capri, caratterizzata da case colorate e dalla spiaggia più grande dell’isola.

Marina Piccola, si raggiunge a piedi o con i mezzi pubblici dalla Piazzetta di Capri e, pur essendo piccolissima, è sempre molto affollata per via della sua posizione esclusiva. Divisa in due spiagge, Marina di Mulo e Marina di Pennauro con lo scoglio che divide le due “Marine” si dice sia quello dove alloggiavano le Sirene narrate da Omero nell’Odissea.

Marina Grande, Capri

La Piazzetta

Il centro mondano di Capri: Piazza Umberto I , da tutti conosciuta come “La Piazzetta”. Affollatissima sia di giorno che di notte, complici anche i numerosi ristoranti e bar ai quali è facile incontrare spesso qualche VIP, sorseggiare un caffè o un drink qui è un’esperienza, ma i prezzi non sono molto accessibili.
Presenta un affaccio privilegiato sul golfo di Napoli e collega con Via Camerelle: la strada delle boutique di lusso.

La Piazzetta, famosa piazza di Capri

Via Tragara ed i Faraglioni

Via Tragara, un angolo di paradiso su cui si affacciano lussuose residenze che guardano il mare. È qui che si trova la Villa Lo Studio dove Pablo Neruda soggiornò quando era a Capri, ed è alla fine di questa strada che si trova il belvedere più famoso di Capri, con vista direttamente sui Faraglioni.

I Faraglioni, Capri

Giardini di Augusto e Via Krupp

La passeggiata più classica di Capri: si parte dalla Piazzetta e si arriva ai Giardini di Augusto, da dove si può ammirare tutto il panorama, compresa la Via Krupp, la famosa strada scavata nella roccia che però è quasi sempre chiusa per via del rischio caduta massi.

Giardini di Augusto, Capri

Grotta Azzurra

L’emblema di Capri, la Grotta Azzurra è l’attrazione principale dell’isola, che richiama turisti da tutto il mondo. Si tratta di una grotta larga 25 metri e lunga 60 con un ingresso alto meno di un metro; per entrare nella Grotta bisogna letteralmente stendersi sulla barchetta di legno, l’unico modo per visitare la Grotta Azzurra. La visita alla Grotta Azzurra è a pagamento e l’ingresso si può raggiungere in barca con dei tour appositi ma anche a piedi, arrivando ad Anacapri e seguendo la strada per la Grotta Azzurra. La sosta all’interno della Grotta  Azzurra è di circa 5 minuti e non è possibile nuotare al suo interno. L’orario migliore per entrare dentro la Grotta è tra le 12 e le 14 quando i raggi del sole penetrano tra le rocce rendendo i riflessi dell’acqua ancora più azzurri.

La Grotta Azzurra, Capri

Monte Solaro

La parte più alta di Capri, da dove vedere tutta l’isola, Faraglioni compresi, la penisola Sorrentina e quella Amalfitana: è Monte Solaro. Ci sono due modi per raggiungere il monte:
A piedi: da Anacapri, seguendo il sentiero segnalato e calcolando almeno 1 ora in salita; In funicolare: da Anacapri. Circa 10 minuti

Capri vista dall’alto

Anacapri

Alle pendici del Monte Solaro, si trova Anacapri, il comune più esteso dell’isola. Uno snodarsi di vicoli e vicoletti colorati all’ombra di bouganville che svelano altrettante piazzette, spiagge e luoghi storici tutti da scoprire.
Custodisce anche una delle chiese più belle e rappresentative del barocco napoletano: la Chiesa di San Michele Arcangelo, con il suo magnifico pavimento in maioliche che ritraggono la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso. Un’altra attrazione da non perdere è la Casa Rossa, dal brillante rosso pompeiano che contraddistingue le sue facciate.

Villa San Michele

La villa privata del medico tedesco Axel Munthe si trova dove un tempo sorgeva una villa romana, nel punto più panoramico di Capri. Oltre alla location davvero incredibile, all’interno della Villa San Michele si trovano reperti romani molto importanti, come la testa di Medusa che era situata presso il tempio di Venere a Roma

Villa San Michele, Capri

Faro di Punta Carena

E’ il secondo faro più grande d’Italia dopo quello di Genova. Una baia rocciosa da cui potersi tuffare sempre in un mare cristallino. Il momento migliore per vivere la sua magia è al tramonto, quando il sole cala sul mare. Durante l’estate, in questo scenario meraviglioso, vengono spesso organizzati concerti musicali.

Punta Carena, Capri

Villa Jovis

Villa Jovis è una delle ville che l’imperatore Tiberio fece costruire a Capri. Oggi restano solo le rovine, che possono essere visitate: il panorama abbraccia Ischia Procida, il Golfo di Salerno e la costa del Cilento in un’atmosfera davvero da sogno. Villa Jovis si può raggiungere a piedi dalla Piazzetta di Capri seguendo le indicazioni e calcolando almeno 45 minuti per arrivare, calcolando che la strada è tutta in salita.

Resti di Villa Jovis, Capri